Info line +39 3490700953
  • Galleria Immagini Header

COSA SONO

Per garantire l’autenticità e l’univocità dei suoi orologi, Rolex ha assegnato ad ognuno dei propri prodotti un numero di serie. Di norma si trova tra le anse alle ore 6, anche se esistono delle eccezioni ad esempio per gli orologi più vecchi, che invece lo hanno inciso all’esterno del fondello. Per la serie Oysterquartz e le ref. 1530-1630 il numero seriale si trova sotto una delle anse, poiché il bracciale integrato impedisce di inserirlo nella posizione tradizionale.
A COSA SERVONO

I numeri di matricola o seriali danno la possibilità di risalire all’anno di produzione dell’orologio anche se questa informazione non è da considerarsi certa, in quanto Rolex non ha mai divulgato dati ufficiali in merito.
Generalmente, per risalire alla data di produzione di un orologio Rolex, si tende ad abbinare ad un determinato numero di serie la data stampata all’interno del fondello. Tale modalità lascia comunque spazio ad un certo margine di errore, considerando anche che notoriamente le casse spesso venivano completate con dei fondelli già presenti in stock, e quindi antecedenti alla realizzazione completa della serie. A questo si va ad aggiungere anche il fatto che Rolex dal 1972 circa ha smesso di imprimere sulle casse la data di produzione, rendendo così nullo il metodo sopra descritto.

Di seguito troverete delle tabelle che racchiudono a grandi linee tutti i seriali Rolex e gli anni di produzione di riferimento. Ricordiamo che essendo dati basati unicamente su deduzioni e non su comunicazioni ufficiali, occorre tener presente che si tratta di informazioni non confermate ma discretamente attendibili.

Dal numero: Al numero: Anno: Dal numero: Al numero: Anno:
340.000 450.000 1945 4.440.000 5.000.000 fornitura
450.000 580.000 1946 5.000.000 5.500.000 1977
580.000 600.000 1947 5.500.000 5.970.000 1978
600.000 640.000 1948 5.970.000 6.200.000 1979
640.000 670.000 1949 6.200.000 6.540.000 1980
670.000 730.000 1950 6.540.000 7.220.000 1981
730.000 870.000 1951 7.220.000 7.620.000 1982
870.000 920.000 1952 7.620.000 8.430.000 1983
920.000 980.000 1953 8.430.000 8.830.000 1984
980.000 999.999 1954 8.830.000 9.350.000 1985
10.000 60.000 1955 9.350.000 9.760.000 1986
60.000 140.000 1956 9.760.000 9.999.999 1987
140.000 220.000 1957 R R 1987
380.000 430.000 1958 R L 1988
430.000 530.000 1959 L L 1989
530.000 680.000 1960 L E 1990
680.000 840.000 1961 E X 1991
840.000 950.000 1962 N N 1992
950.000 990.000 1963 C S 1993
990.000 1.140.000 1964 S S 1994
1.140.000 1.280.000 1965 W W 1995
1.280.000 1.530.000 1966 W T 1996
1.530.000 1.720.000 1967 T U 1997
1.720.000 1.950.000 1968 U U 1998
1.950.000 2.350.000 1969 A A 1999
2.350.000 2.590.000 1970 P P 2000
2.590.000 2.900.000 1971 P K 2001
2.900.000 3.200.000 1972 K Y 2002
3.200.000 3.610.000 1973 Y F 2003
3.610.000 3.860.000 1974 F F 2004
3.860.000 4.120.000 1975 F D 2005
4.120.000 4.439.999 1976 Z Z 2006

CURIOSITA’

– Nel corso dell’anno 1954, non appena si raggiunse il numero di matricola 999.999, Rolex fece ripartire la numerazione da 10.000.

– Stessa cosa accadde nell’anno 1965, ma questa volta Rolex continuò la numerazione ordinaria con l’introduzione delle nuove matricole a 7 cifre.

– Attorno alla metà degli anni ’70 Rolex inizia la produzione di casse di fornitura, ovvero quelle destinate come ricambi durante le riparazioni. Si ipotizza che le matricole utilizzate a tal fine siano comprese tra i numeri 4.400.000 e 5.000.000. A partire indicativamente dalla matricola 5.000.000 Rolex riprende la numerazione ordinaria per le casse di normale produzione.

– A metà dell’anno 1987 Rolex introduce i nuovi numeri seriali alfanumerici (lettera + 6 cifre). Le prime lettere utilizzate furono, in sequenza, le lettere che compongono la parola “Rolex”, fatta eccezione per la lettera “O” che poteva facilmente confondersi con il numero “0”. Successivamente poi l’ordine delle lettere divenne puramente casuale.

Open